Aprire un negozio di sigarette elettroniche: tutto quello che devi sapere

0 Flares 0 Flares ×

Il settore riguardante i prodotti per lo svapo è in grado di realizzare fatturati importanti con un trend positivo. Questo perché il mercato delle sigarette elettroniche è in continua crescita e oggi come non mai sta rendendo più del previsto. Se anche tu ti stai domandando “come posso aprire un negozio di sigarette elettroniche?” non ti resta che dare un’occhiata ai prossimi paragrafi.

Ricerca aree vergini

Il primo consiglio è di non aprire un negozio di sigarette elettroniche dove già ne esistono altri, sarebbe un alto rischio. Attualmente c’è il boom delle sigarette elettroniche e stanno aprendo attività in tutte le parti di Italia. In generale, fai sempre in modo di essere la “novità” del paese e non una “cosa già vista”.

Tratta solo prodotti di qualità

E’ logico, quando vuoi fare soldi sei tentato dal comprare prodotti a buon mercato per rivenderli al miglior prezzo. Ma acquistare sigarette elettroniche economiche ha un suo rischio. Chiedi sempre le certificazioni a norma di legge, soprattutto per quanto riguarda i liquidi e cig; sappi che se succede qualcosa a un cliente, non ti resta che cessare l’attività.

Sii ben fornito

Se la tua idea è quella di aprire un negozio di sigarette elettroniche che funzioni e che abbia un buon fatturato, cerca di essere il più fornito della zona. I kit ego sono buoni per iniziare, ma ricorda che dopo un po il cliente richiederà altri accessori come le resistenze, gli atomizzatori e le batterie.

Non avere paura

Se hai trovato un locale a un prezzo accessibile, non aver paura di andare avanti. Quello delle sigarette elettroniche è un business in cui puoi recuperare l’investimento molto rapidamente. Sicuramente ti starai domandando: “… serve o no la licenza per sigarette elettroniche?”. Niente panico. Ti spieghiamo tutto nel paragrafo successivo.

Tutto quello che ti serve

Vediamo in ultimo in cosa consiste l’aspetto burocratico per aprire un negozio di sigarette elettroniche. Il primo passo è quello di andare ad un bravo commercialista per identificare i requisiti legislativi del caso.
Nello specifico si dovrà:
• ottenere la Partita Iva;
• iscriversi alla Camera di Commercio;
• iscriversi all’Inps;
• iscriversi all’Inail.

Oltre a ciò non bisogna scordarsi di far sapere a tutti gli enti la data precisa di inizio attività.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×