Artrite reumatoide e riabilitazione

0 Flares 0 Flares ×

artrite reumatoide
In questo nuovo post ci occuperemo di una delle malattie infiammatorie più diffuse al mondo: l’artrite. Nello specifico, parleremo della cura farmacologica e della mobilizzazione continua passiva che prevede l’uso del Kinetec, tutore elettromedicale per il trattamento dei problemi alle ossa. Se stai pensando alla possibilità di fare riabilitazione a casa, sappi che da oggi è possibile noleggiarlo presso Kinetec Roma, un servizio semplice, efficiente e alla portata di tutti.

Che cos’è l’artrite reumatoide?

L’artrite è un’infiammazione a carico delle articolazioni solitamente accompagnata da dolore, gonfiore e rigidità. Questa condizione può manifestarsi in varie forme. La più comune è sicuramente l’artrite reumatoide, una malattia autoimmune che causa dolore e funzionalità limitate, tanto da compromettere in modo significativo la qualità di vita di una persona. Purtroppo, la malattia è cronica, non esiste ad oggi una cura definitiva, ragion per cui, l’unica strada possibile per rallentare il decorso dell’artrite reumatoide è la riabilitazione.

Il trattamento farmacologico

I farmaci per artrite reumatoide possono essere divisi in tre gruppi:
• Farmaci che riducono dolore e infiammazione come l’ibuprofene, il naprossene e prodotti simili;
• Farmaci antireumatici che rallentano il progresso della malattia, come il metotressato, la penicillamina e la leflunomide;
• Farmaci biologici che modificano la risposta immunitaria del corpo all’infiammazione, come il rituximab e l’adalimumab.
Tutti i tipi di farmaci utilizzati per trattare i sintomi dell’artrite reumatoide sono stati testati e si sono dimostrati efficaci in pazienti affetti da infiammazioni alle ossa. I possibili effetti collaterali di questi medicinali includono aumento di peso, peggioramento del diabete e cataratta, pertanto l’obiettivo principale della terapia, è quello di somministrare una dose minima di farmaco per un breve periodo di tempo.

La mobilizzazione continua passiva

Chiaramente il solo trattamento farmacologico non basta per alleviare i dolori conseguenziali alla patologia. Soprattutto in caso di artrite reumatoide, la riabilitazione è fondamentale al fine di ridurre il dolore e di conseguenza migliorare la funzione articolare. Una tecnica riabilitativa di ultima generazione è la mobilizzazione continua passiva, resa possibile mediante l’utilizzo del Kinetec. In parole povere, questa apparecchiatura elettromedicale permette un continuo movimento di flessio-estensione dell’arto soggetto all’infiammazione. Si tratta di una terapia totalmente indolore i cui principali benefici sono:
• Miglioramento della stabilità articolare;
• Riduzione del rischio di nuove lesioni;
• Stimolazione della circolazione sanguigna;
• Riduzione del rischio di trombosi venosa.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×